Buongiorno
quello che segue è il testo della lettera che L’ Associazione Fotografi Parlamentari ha inviato all’ ufficio stampa del Quirinale in merito all’ esclusione dei fotoreporter in occasione della visita del Presidente Cinese.

Roma 19 marzo 2019

ca Ufficio Stampa Quirinale

L’AFPA ritiene una grave violazione della libertà di stampa e del diritto di cronaca l’esclusione di tutti i fotogiornalisti dal Quirinale in occasione della visita ufficiale del Presidente cinese Xi Jinping.

Il continuo ricorso all’utilizzo delle foto ”ufficiali” danneggia gravemente il lavoro dei fotogiornalisti oltre a non garantire pluralità di informazione.

Dall’ufficio stampa si adducono problemi organizzativi legati al numero di richieste ricevute, e per tale motivo si ”cancella la presenza dei fotografi”, che a loro dire, risulterebbero superflui vista la presenza del fotografo ufficiale, rispettiamo questo ruolo, ma pensiamo che non possa sostituirsi alla presenza del fotogiornalista, cosi come non sarebbe accettabile tenere fuori i giornalisti e limitarsi ad inviare un comunicato stampa ”ufficiale”.

Ritenendo quindi importante rivendicare, anche per i fotogiornalisti il diritto di documentare un avvenimento di interesse pubblico che si svolge all’interno della più importante istituzione della Repubblica, chiediamo che sia data la possibilità di riprendere l’arrivo del Presidente cinese Xi Jinping all’interno del cortile del Quirinale dove si terrà il picchetto d’onore, e dove riteniamo (come già accaduto in passato) si possano superare i problemi di spazio.